sentiero delle ocre roussillon

Sentiero delle Ocre e Colorado Provenzale

Siamo rimasti tutti incantati dalle fotografie dei grandi canyon americani, o delle dune di sabbia colorate di grandi deserti. Bellissimi, immensi, lontani e, per questo, non accessibili per tutti.

C’è un modo di vedere con i propri occhi quei colori, toccare con mano sabbia e rocce, restando molto più vicini. Le dimensioni sono più contenute, ma non per questo meno stupefacenti.

Dove? Nel sud della Francia, regione Provenza (anzi, per essere precisi, Provence-Alpes-Côte d’Azur) nel territorio chiamato Luberon.

Ogni possibile gradazione dal rosso, al giallo, all’arancione colora rocce e terre di questo territorio meraviglioso, con nomi evocativi come Valle delle Fate e Falesia dei Giganti.

Sentiero delle Ocre, Roussillon

Il percorso più breve, a partire dalla cittadina di Roussillon (dove si può anche assaggiare il gelato alla lavanda, se piace il retrogusto amarognolo!)

E’ un po’ difficile districarsi tra le tantissime informazioni che si trovano online, molte non ufficiali. Quelle dell’ente del turismo si trovano qui: indicazioni per visitare il Sentier des Ocres de Roussilon.

Dalla nostra esperienza, ecco qualche informazione pratica e, naturalmente, qualche scatto!

  • Parcheggio e ingresso sono a pagamento (pochi euro, ne vale la pena)
  • Il percorso si può effettuare liberamente, ci sono pannelli informativi che illustrano la geologia e la biologia del territorio; volendo, si possono noleggiare delle audioguide all’ingresso del parco
  • Il sentiero è semplice, ma ci sono circa 350 gradini, quindi è indispensabile indossare scarpe comode e non avere problemi motori.
  • Sia scarpe che abbigliamento devono essere lavabili e non troppo delicati!! Per i bimbi, consiglio un intero cambio.
  • E’ prudente avere con sé dell’acqua (noi abbiamo visitato il sito nella seconda metà di settembre e la temperatura diurna superava abbondantemente i 25°)
  • Non dovrebbe neppure essere necessario dirlo, ma ribadire il buon senso non fa mai male: si tratta di un sito protetto, un capolavoro della Natura di centinaia di anni, tutt’ora in evoluzione. E’ assolutamente proibito asportare o danneggiare rocce e sabbia. Per divertirsi a colorare le mani e lasciare impronte, ci sono spazi appositi.

Colorado Provenzale, Rustrel

Quella che parte dal villaggio di Rustrel, è una rete di percorsi di diversa lunghezza, da 1 a 4 km, su un territorio di più ettari. Offre una panoramica diversa dal sentiero di Roussillon, io consiglio vivamente di concedersi entrambi.

Mentre il sentiero delle Ocre è dominato dalle tonalità calde ed è un po’ più “addomesticato”, qui si può camminare in lungo e in largo, con meno affollamento. Si incontrano anche impressionanti rocce bianche, quasi lunari, alternate a strisce di terra e sabbia colorate, in contrasto tra loro e con la lussurreggiante vegetazione che le circonda. Uno spettacolo per lo sguardo!!

Valgono gli stessi consigli del punto precedente, soprattutto: rispettiamo questo luogo splendido.

Le informazioni ufficiali per la visita si trovano a questo indirizzo.

Nei dintorni: Gordes e Apt

Quando visiterai queste zone meravigliose, non perderti anche altri villaggi nei dintorni, davvero magnifici e rappresentativi: Apt, con il suo mercato tipico provenzale profumatissimo il sabato mattina, e la cittadina di Gordes, un villaggio/bomboniera, arroccato in posizione panoramica per abbracciare con lo sguardo questo territorio incredibile!

Bon voyage!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *